Lunga intervista del giocatore croato alla Gazzetta: “Pioli mi ha dato la possibilità di giocare qualche partita di fila e io ho cercato di rispondere al meglio”.

L’attaccante rossonero, Ante Rebic, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport. Il giocatore croato stava andando alla grande prima che l’emergenza Coronavirus imponesse lo stop al campionato: “La cosa più importante è la salute – ha affermato – quindi consiglio a tutti di rispettare le regole, con la speranza che questa situazione finisca presto. Non vedo l’ora che tutto torni alla normalità per continuare a fare quello facevo prima dello stop. Nel 2020 ho finalmente avuto l’occasione per giocare diverse partite di fila e mi è servito per dimostrare ciò che sono in grado di fare. Ho sfruttato il momento nel miglior modo possibile”.

Dopo una prima parte di stagione piuttosto complicata, Rebic è riuscito a prendersi il Milan: “In realtà me lo aspettavo perché nelle ultime tre stagioni avevo giocato ininterrottamente, facendo molte cose buone sia con l’Eintracht sia in nazionale. Stavo solo aspettando di avere la possibilità al Milan di mostrare ciò che so e quanto posso rendere. Detto questo, ho sicuramente ancora margini di crescita che voglio sfruttare. Milan-Udinese gara della svolta? È stato bello segnare quei due gol, soprattutto perché ci hanno portato la vittoria. Sicuramente è stata l’occasione che mi ha permesso di dimostrare al Milan le mie qualità”.

Ante Rebic Juventus-Milan

Rebic: “Futuro? Prematuro parlarne ora”

Una considerazione anche su Stefano Pioli e Ibrahimovic: “Onestamente ho sempre creduto in me stesso. Pioli mi ha dato la possibilità di giocare qualche partita di fila per mostrare cosa posso fare ed io ho cercato di rispondere al meglio. Ibra è un giocatore molto importante per noi e sicuramente uno dei migliori della storia del calcio. La sua personalità e la sua presenza nello spogliatoio ci aiutano molto. Ha molte qualità e le sue indicazioni ci migliorano nel gioco”.

Una considerazione anche sul Milan attuale: “Quest’anno abbiamo perso troppi punti all’inizio della stagione, ma credo che abbiamo le qualità per puntare in alto perché abbiamo visto che possiamo giocarcela contro qualsiasi squadra. Dipende tutto da noi. Futuro? Credo che sia prematuro parlarne ora (Rebic è in prestito fino al 2021, ndr). Quello che sta accadendo in questo periodo è un’ulteriore prova che nella vita non si può fare alcun tipo di previsione, quindi penso sia stupido dire qualcosa su ciò che accadrà tra un anno. Vedremo”.

TAG:
Rebic slider Stefano Pioli Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 28-04-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Bollettino Coronavirus: 199.414 casi totali, 26.977 morti, 66.624 guariti

Reina: “Donnarumma giovane ma maturo: portiere incredibile”