Intervista al centravanti portoghese André Silva: “L’Eintracht Francoforte è stata la decisione migliore per me”.

L’ex attaccante rossonero, André Silva, oggi in forza all’Eintracht Francoforte, ha parlato della sua esperienza al Milan: “Il segreto è stato ritrovarmi – ha dichiarato ai microfoni della Bundesliga – ho lavorato duramente in questi anni, ho cambiato diversi campionati e ho conosciuto lingue diverse. Mi sono ritrovato, sto bene con me stesso, la testa è stata la chiave per svoltare. Ogni giorno che passa mi sento più uomo, più ‘giocatore’, le cose stanno andando nel verso giusto. Sono felice di questo, lavoro ogni giorno per tutto questo”.

Emerson de Souza Scamacca Tassotti Kristoffer Ajer Gazidis Jeremy Toljan Zaracho Baresi Kakà Alexis Saelemaekers florentino luis Brescia-Milan Borini Adnan Januzaj Andrea Conti Wesley Fofana Asmir Begovic Bentaleb Ibrahimovic Rebic Lobotka Ibrahimovic Jovic Bennacer Todibo Leonardo Mariano Diaz Caldara Rafael Leao Casa Milan Camavinga Caldara Dani Olmo

“Al Milan ho vissuto un anno difficile, di certo non il migliore della mia carriera. Dal punto di vista mentale è stato un anno complicato. Sono arrivato dal Porto, nel quale giocavo, a Milano, dove le cose non andavano bene. Quando c’è qualcosa che non va bisogna cambiare, provare qualcosa di nuovo. Non stavo bene, era giusto fare qualcosa di diverso. Non mi sono buttato giù e ho scelto l’Eintracht. La decisione migliore per me. Non so cosa succederà in futuro, ma ora gioca qui e sto bene. Ho 24 anni, sono un giocatore diverso rispetto a quello del Milan, in rossonero avevo 21-22 anni. Sono una persona migliore dal punto di vista mentale”.

TAG:
André Silva

ultimo aggiornamento: 08-10-2020


Uefa Europa League, ecco la lista presentata dal Milan

Milan, il bilancio di fine mercato: parlano i dirigenti