Altafini: "Milan, ok Rangnick ma con potere decisionale"

Altafini: “Milan, ok Rangnick ma con potere decisionale”

Le parole di José Altafini, ex campione rossonero: “Al Milan serve un rimpasto generale. Ibra? Può ancora esserci bisogno di lui”.

L’ex attaccante del Milan, José Altafini, ha parlato della situazione attuale del club rossonero: “Tutto sbagliato – ha dichiarato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport – tutto da rifare: al Milan serve un rimpasto generale, e in un’ottica di questo tipo non si può prescindere dalla panchina. Non dico che Pioli non sia un bravo allenatore, ma penso che a volte le rivoluzioni facciano bene”.

Cellino Spadafora San Siro Milan Genoa CONI

Nel corso dell’intervista, José Altafini ha parlato anche del possibile arrivo sulla panchina milanista del tedesco Ralf Rangnick: “Non so se sia l’uomo giusto per allenare il Milan – ha affermato – ma so che chiunque si siederà su quella panchina dovrà avere potere decisionale, come fu per Mourinho quando arrivò all’Inter. Al Milan ci sono già ottimi profili, da Theo Hernandez a Bennacer, ma per tornare in alto i giovani non bastano. O hai Mbappé, che non è alla portata, oppure dovrai puntare su uno-due campioni di esperienza. Ibra è stato bravo, ha portato carattere: questo Milan può ancora avere bisogno di lui. Milik? Non è il top player che può far fare il salto di qualità”.

Aggiornato il: 05-04-2020