Tommasi (AIC): "Mi auguro che si giochi in tarda serata"

AIC, Tommasi: “Mi auguro che si giochi in tarda serata”

Ecco le dichiarazioni rilasciate a Radio 1 dal numero uno dell’Assocalciatori, Damiano Tommasi: “Bisogna mettere nelle migliori condizioni possibili chi dovrà generare lo spettacolo”.

Il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, Damiano Tommasi, è intervenuto ai microfoni di Radio 1 per parlare di un’altra situazione “calda” del calcio italiano, quella relativa all’orario delle gare da disputare nei prossimi mesi: “Il tema – ha dichiarato – riguarda la tutela della salute e quello degli orari mi auguro non diventi un problema. Mi auguro si faccia una scelta logica, visto che bisognerà giocare tante partite in un breve lasso di tempo. Mi auguro si vada verso la tarda serata. Bisogna mettere nelle migliori condizioni possibili chi dovrà generare lo spettacolo”, ha concluso Tommasi.

Krunic Nicchi Cellino Spadafora San Siro Milan Genoa CONI

I giocatori, dunque, sono pronti a opporsi alle gare estive in pomeridiana, ma gli accordi coi broadcaster costringono la Lega a stilare un calendario che preveda anche le partite alle 17.15. In totale, però, su 124 match in programma, quelle da giocare nel pomeriggio dovrebbero tra le dieci e le quattordici, significa quindi una – al massimo due – per squadra. Tutte le altre si giocheranno in serata (19.15 e 21.30). Per stilare il calendario, comunque, servirà che le posizioni sugli orari vengano allentate: le ultime dicono che si dovrebbe partire da Torino-Parma.

Aggiornato il: 31-05-2020